simulazione col direct costing

prima ipotesi

usando il modello lineare di break even point (bep), si suppone di avere una struttura di costo come segue:
costo variabile unitario = 90
costi fissi = 4.000
inoltre ipotizzando un
fatturato = 7.000,
prezzo medio di circa 194.
Si sosterrebero costi totali per 7.247 con una perdita presunta di 247.

decisione del management

considerando di non essere ancora al punto di pareggio (bep) per un fatturato di 7.000, il management decide di ampliare la gamma produttiva e portare il fatturato a 8.000 a cui corrisponderebbero:
costi totali pari a 7.711, con previsione di un profitto pari a 289.
A chiusura d'esercizio, per le quantità prodotte e vendute, il management rileva:
costi totali pari a 8.253, accusando però ancora una perdita pari a 253.

seconda ipotesi

supponiamo di avere una struttura di costo come segue:
costo variabile unitario = 90
costi fissi = 4.000
di fatturare 13.000 e sostenere costi totali per 12.395 da cui un profitto di 605.

decisione del management

non essendo il management soddisfatto del risultato raggiunto, decide di ampliare la gamma produttiva e portare il fatturato a 14.000 cui corrisponderebbe secondo il modello lineare del punto di pareggio:
costi totali pari a 10.495,
un profitto pari a 3.505.
A chiusura d'esercizio, per la quantità prodotta e venduta, il management rileva:
un fatturato di 14.000,
costi totali pari a 13.692,
una profitto di 308.

considerazioni finali

nell'impiego del modello del direct costing come DSS (decision support system) è importante valutare l'elasticità della domanda che rappresenta la motivazione di acquisto del consumatore. Questa, è molto variabile nel tempo per le più svariate ragioni (il prezzo ne costituisce solo una delle tante) e di difficile determinazione.
Il modello del direct costing sia perchè non tiene conto della curva di domanda e della sua elasticità, nella versione semplificata, sia perchè tale curva è di difficile determinazione e onerosa da monitorare,  è un modello non adatto da usare come DSS nella gestione di impresa. E' solo un modello valido per spiegare a consuntivo l'evoluzione della gestione dell'esercizio.